Storia delle istituzioni educative

Argomento: history

Per lui non c’era distinzione di dignità tra una storia tutta scritta e una tutta disegnata, sapeva che si poteva riflettere sull’uomo sia in endecasillabi che in strisce. (U. Eco in ricordo di E. Vittorini fondatore di “Il Politecnico”)

uploaded_image

Uno degli esami più curiosi e coinvolgenti che ho affrontato sinora.
Seguendo la storia della stampa periodica per la gioventù e l’infanzia (o meglio per “le infanzie” come direbbe giustamente il Prof. Meda) si scopre come questa, dopo ripetuti e vani tentativi di boicottaggio, sia stata utilizzata dai principali movimenti politici italiani (tra il 1930 e il 1960) a scopi propagandistici.

Cercando di seguire l’evoluzione sia tecnica che di contenuti di questi periodici si fa un percorso attraverso la storia del fumetto scoprendo come questo, utilizzando un linguaggio subito fruibile ed accattivante per via dei colori e di quelle strane nuvolette che escono dalla bocca (balloon), sia stato strumento, si di divertimento e di svago ma molto più di propaganda e costruzione del consenso politico.
Attraverso lo studio dei principali periodici per ragazzi di quel periodo (Corriere dei piccoli, L’Avventuroso, L’Audace, Il Vittorioso, Il Pioniere …) e le vicende dei personaggi che ne animarono le pagine (Fortunello, Abetino, Cino e Franco, “Flasce”, Dick Fulmine, Tarzan, Dick Tracy, Mandrake, The Phantom, Superman, Li’l Albner, Johnny Hazard, Tillie, Ciclone, Gim Toro, Tex Willer, Pecos Bill, Asso di Picche, Chiodino, Atomino, Pantera bionda …) appaiono chiare, da una prospettiva per me completamente nuova, le vicende storiche sia del nostro paese che degli Stati Uniti d’America (da cui per lunghi periodi gli editori italiani hanno attinto a piene mani).

In cuor mio l’ho sempre sospettato ma ora, supportato da studi scientifici, posso affermare che erroneamente “i giornaletti” sono stati considerati e continuano ad esserlo, un sottoprodotto culturale.
Forse non sempre sono educativi o dotti ma, “leggendoli” attentamente, dentro ci troveremo la nostra società!

Ora vi saluto, sul comodino della mia stanza c’è l’ultimo albo di Dylan Dog che mi chiama!



Scritto da pasqualino, Venerdi 04 Ottobre 2013 - 00:26 (letto  4690 volte)
Comment Commenti? Print Stampa

Commenti

Comment Aggiungi commento


« Notizia precedente | Notizia successiva »

Le ultime notizie relative a questo argomento

News Storia delle istituzioni educative (04/10/2013 - 00:26, letto 4691 volte)
News Filosofia Teoretica (11/04/2013 - 20:20, letto 5226 volte)
News Metodologia della ricerca storica (medioevo) (26/07/2012 - 19:46, letto 6290 volte)
News Informatica Umanistica (05/10/2011 - 01:42, letto 6881 volte)
News Dalla festa alla tragedia (31/05/2011 - 18:01, letto 6570 volte)

Tutte le notizie relative a questo argomento
history.png

Calendario

Data: 25/11/2017
Ora: 00:52
« Novembre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

Login






Lingua del sito:
deutsch english español français italiano português

Utenti

Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti

Sondaggio

Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi

Statistiche

Visite: 91
Statistiche

Secondo me



Piccolo spazio pubblicità