W la SBK!

Argomento: easymoblog

Viva la Superbike. Cronaca di un sabato “quasi” perfetto: io, mio figlio e … tante moto.

uploaded_image

Partenza ore 08.40 da San Benedetto del Tronto arrivo ore 10.15 davanti al circuito. Subito un brivido…uuaaaaaaaaaaaahhhhhhhhh… uaaaaaaaaaaaahhhhhhhhh……uuaaaaaaaaaaaahhhhhhhhh… siamo a circa 200m dall’ingresso e quasi quasi si riescono a distinguere le varie moto in base al rumore che emettono (la Yamaha spernacchia in staccata, la Kawasaki sembra una 500cc, la Honda invece ha un suono che sembra sintetizzato in studio e la Ducati...la Ducati si riconosce che non è giapponese). Ci affrettiamo all’ingresso, sgancio (sigh!) 40€ ed entriamo! Tribuna coperta con poltroncine, Maxischermo e cronaca di ciò che sta succedendo in pista. E’ vero (sighi-sigh!) ho pagato il doppio rispetto al prato però, soprattutto con un bimbo al seguito, ne è valsa la pena. In tranquillità abbiamo mangiato, comprato la maglietta del mitico Valentino Rossi,fatto le foto con qualche bella gnoc.., passeggiato intorno ai Box, visto da vicino campioni come Troy Bayliss (un fenomeno!), Haga, Corser, Toseland, Nieto, Xaus, Kagayama, Biaggi(forte, in 250 10anni fa) e assistito allo spettacolo di alcuni fusi di testa che nel parcheggio facevano fumare le gomme delle loro moto. Verso le 17 siamo ripartiti, breve sosta presso il distributore di metano (2km da Santa Monica) e via verso casa. La giornata è stata stancante ma molto piacevole.
Grazie Antonio!

Nella sezione foto ci sono 2 immagini relative ad un impressionante incidente capitato nel corso della gara della 600 STK di fronte alla tribuna dove ci trovavamo. Fortunatamente non ci sono state conseguenze ne per il pilota ne per gli addetti ma la cosa un po' preoccupante è che le conseguenze potevano essere drammatiche.
Come testimoniano le foto una delle moto incappate nell'incidente ha finito la sua corsa in una tribuna!
Si avete letto bene. Si tratta della Yamaha del belga Pirot, che dopo essere uscito di pista al termine del curvone ha visto la sua moto impazzita carambolare nello spazio di fuga per poi volare ad altezza vertiginosa, urtare e scavalcare la rete di recinzione della pista ed infine precipitatare sulle gradinate della vicina tribuna, fortunatamente vuota in quanto non ancora aperta al pubblico.
Pubblicato Martedi 19 Giugno 2007 - 12:35 (letto 8265 volte)
Comment Commenti (13) Print Stampa

Commenti

Comment Aggiungi commento

md5 password is not valid!